Mare e arrampicate sulle rocce di Paklenica


10 ago 2008
-
17 ago 2008

E' la volta del calcare della Croazia, uno dei più frequentati centri di arrampicata d'Europa, a pochi passi dal mare.
Decidiamo quasi per caso di passare una settimana di ferie a Paklenica: in fretta e furia si prenota un appartamento via internet e poi via, con corda e canoa gonfiabile nel bagagliaio della macchina!
Con le recentissime autostrade che traversano la Croazia, ci vogliono circa 9 ore (traffico permettendo) per andare da Bergamo a Starigrad.
Io possiedo già la guida d'arrampicata della zona e così la scelta delle scalate, tra le tante proposte, è più facile. Dato che in pieno giorno le temperature estive sono molto alte, è d'obbligo concentrarsi su vie esposte a Nord, da affrontare comunque entro l'arco della mattinata; oltretutto, in questo modo, il pomeriggio rimane libero per fare il bagno al mare. Naturalmente ci sono anche le eccezioni, così ad esempio le vie Mosoraski e Forma viva di sole non ne prendono mai e vi si può rimanere ad arrampicare per tutta la giornata (per fortuna)...
A proposito della guida d'arrampicata, nel bazar all'ingresso del parco vendono la guida aggiornata di Boris Cujic. Questo volume, per quanto esaustivo su tutte le vie della valle, presenta tuttavia diversi errori, in particolare sulle gradazioni, che potrebbero causare qualche problema. Nonostante a Paklenica l'assegnamento delle difficoltà sia in generale piuttosto selettivo, sulla guida in questione alcune di esse ci sono addirittura parse nettamente sbagliate! Meglio iniziare a scalare su una via semplice per prendere confidenza con il grado, la chiodatura (quasi sempre a spit, ma di solito da integrare) e, naturalmente, la roccia, che è di un calcare eccezionalmente lavorato e molto bello quando non è unto (eh, purtroppo questo è il destino di tutte le vie molto frequentate).
La sera bisogna assolutamente visitare Zara, una cittadina turistica molto bella il cui nucleo storico si concentra su una penisola tutta circondata da mura venete che tanto ricordano la nostra Città Alta... in versione marina! A Zara ci sono molti ristoranti e qualche localino: assolutamente consigliate le grigliatone di pesce, tra l'altro a prezzi felicemente non paragonabili a quelli italiani!
Dal porto della città storica partono anche i barconi turistici per effettuare in giornata la gita alle isole Kornati. Questa gita impegna tutta la giornata perchè le isole sono piuttosto distanti da raggiungere. Ci sono proposte diverse di viaggio e conviene girare un po' anche solo per spuntare il prezzo migliore (contrattando si passa dai 60 ai 30 euro!).
Altra gita 'marina' scoperta un po' per caso è il curioso fiordo di Zavratnica, che si raggiunge da Starigrad percorrendo verso Rijeka la suggestiva strada litorale Adriatica sino alla deviazione per Jablanac (da qui partono anche i traghetti per l'isola di Rab). Il fiordo è un parco naturale e si deve pagare un biglietto per l'ingresso, ma ne vale comunque la pena per i suoi colori estremamente suggestivi. Da visitare senza dimenticarsi mascherina e pinne per fare anche un po' di snorkeling.
Grazie ragazzi, la vacanza è stata molto divertente!


Bellezza:
Partecipanti:
Enrico, Simone, Guido, Roberto, David
Meteo:

Anica Kuk - via Mosoraski (712 m) (click per visualizzare la relazione)

Mali Cuk - via Celjski stup (500 m) (click per visualizzare la relazione)

Veliki Cuk - via Sjeverno rebro (600 m.) (click per visualizzare la relazione)

Anica Kuk, Stup - via Forma Viva (712 m) (click per visualizzare la relazione)

Cerca altre gite attinenti in Croazia

Filtro sul tipo di attività:

Filtro sull'area geografica: