Scialpinismo patagonico al pizzo Porola


05 apr 2008
-
06 apr 2008

E' veramente selvaggia ed interessante, questa porzione di Alpi Orobie affacciata sul fondovalle valtellinese. Qui le montagne sfuggono svelte verso cielo creando un complesso di cuspidi capricciose che ben si possono paragonare a complessi montuosi assai più noti ed elevati.
Nel settore SE della valle, annidati e protetti da alte quinte rocciose, resistono ai cambiamenti climatici di questi ultimi anni due tra i pochi ghiacciai ancora esistenti sulle Orobie: ognuno di essi è teatro rispettivamente di due tra le più belle gite di scialpinismo delle Orobie e della Lombardia.
La nostra meta è il pizzo Porola lungo la vedretta omonima.
L'ambiente così bello e il percorso di salita piuttosto lungo ci fanno propendere per dividere la gita in due giorni, sfruttando come base d'appoggio l'accogliente capanna Mambretti.
In realtà, valutando le previsioni meteo per questo week-end, piuttosto pessimiste per la Domenica, ci convinciamo a salire in vetta al pizzo Porola direttamente il Sabato lasciando eventualmente il pizzo Redorta per il giorno dopo.
La salita del Porola è bellissima e ci impegna con l'ultima parte alpinistica sotto una bella nevicata. Diversa situazione la mattina dopo: nevicando orizzontale per il forte vento, non c'è altro da fare che scendere a valle e consolarci del brutto tempo in buon ristorante di cucina tipica valtellinese! :-)


Bellezza:
Partecipanti:
Claudio, Alessandro, Roberto, David
Meteo:

Agneda, rifugio Mambretti (2002 m) (click per visualizzare la relazione)

Capanna Mambretti, Pizzo Porola (2981 m) (click per visualizzare la relazione)

Cerca altre gite attinenti in Lombardia

Filtro sul tipo di attività:

Filtro sull'area geografica: