La parete Nord della Tour Ronde


21 apr 2007
-
22 apr 2007

Al termine dell'impressionante salto di 2000 metri della funivia del monte Bianco, ci troviamo ai piedi della ripida scala sotteranea per il rifugio Torino Nuovo (data l'ora tarda il troncone per punta Hellbronner è infatti già chiuso).
Nonostante il susseguirsi degli umidi gradini debba vincere solamente una cinquantina di metri di dislivello, gli effetti dello sbalzo di quota ci suggeriscono di salire lentamente. Siamo in un tunnel chiuso, illuminato da fioche luci al neon; ogni tanto gocciola acqua dal soffitto. Si sente solamente lo scricchiolare della scala metallica interrotto dal nostro ansimare per lo sforzo improvviso e gli zaini pesanti.
Più in alto la pendenza diminuisce, poi la scala metallica si salda ad un pianerottolo di cemento e la ripida salita giunge al termine.
Di fronte a noi si sbarra una porta in ferro. La apriamo lentamente poichè un bagliore di luce ci acceca per il contrasto con la penombra del cunicolo da cui siamo saliti.

Usciamo, e lo spettacolo più imponente delle Alpi ci si staglia davanti.

Come bisogna guardare queste guglie sfuggenti, solcate da pareti di ghiaccio che emergono da un tormentato mare di crepacci? Non siamo qui per fare fotografie, vogliamo raggiungere la nostra vetta vincendo le difficoltà alpinistiche che oppone. Ma che cosa troveremo?
Ci si sente così piccoli di fronte all'immensità di questi luoghi, al silenzio della notte e allo sperduto brillare delle stelle.
Poi, ancora una volta, la luce del mattino torna ad illuminare la montagna, il pendio diventa più ripido, inizia una nuova scalata!


Bellezza:
Partecipanti:
Riccardo, Luigi, David
Meteo:

Tour Ronde - parete Nord (3792 m.) (click per visualizzare la relazione)

Cerca altre gite attinenti in Valle d'Aosta

Filtro sul tipo di attività:

Filtro sull'area geografica: